Recensione evento a Roma

RECENSIONE PRESENTAZIONE PRESSO RAIDO, 27 NOVEMBRE 2010

Sabato 27 novembre 2010, presso la sede di Via Scirè della Comunità Militante RAIDO si è tenuta la presentazione del libro “Mistica della rivoluzione fascista”: ovvero l’antologia degli scritti più significativi di Niccolò Giani – fondatore della Scuola di Mistica Fascista (SMF) – edito per le Edizioni Il Cinabro.

Davanti ad una numerosissima platea – di oltre cento persone – in una sala che solo per motivi di spazio non ha potuto accogliere tutti coloro che erano giunti per l’occasione, si è segnata un’ulteriore tappa dell’attività che RAIDO svolge da tempo intorno all’esperienza della Scuola di Mistica Fascista. Questa conferenza, infatti, fa seguito non solo alla precedente conferenza sul tema tenutasi il Gennaio scorso ma, soprattutto, a quell’attività di ricerca e di approfondimento che da anni viene svolta all’interno della Comunità – riviste monografiche sulla SMF, dvd a tema, riproposizione di documenti della Scuola ormai introvabili… – e che è sfociata, oggi, nella preparazione e nella cura di un libro-antologia di Niccolò Giani.

Un libro, dunque, inerente la Scuola di Mistica, ma diverso dagli altri: e non solo per il “prezzo politico” bloccato a 15 € per un volume che ne poteva tranquillamente costare il doppio. Diverso poiché esso si presenta non soltanto come il primo tentativo “a destra”, di parlare d’un fenomeno di cui sino ad oggi hanno parlato solo antifascisti o storici più o meno di professione. Ma, anche perché è il primo libro che raccoglie l’esperienza diretta, viva, di colui il quale di quell’esperienza fu il massimo esponente: Niccolò Giani. Un’opera, dunque, scevra da qualsiasi filtraggio, interpretazione o “valutazione ex-post” ad opera dell’autore di turno.

Quel Niccolò Giani che ha fondato la SMF, che ha donato la sua intera esistenza per la SMF, verso la quale RAIDO si è assunta l’impegno di fare un atto di testimonianza. Cioè, in primo luogo, di rendere omaggio a quel manipolo di combattenti, di uomini di militia, che l’hanno animata e, in secondo, di provare a raccogliere il testimone che loro stessi hanno lasciato, morendo al fronte. Un testimone che, prima che nel “Fascismo”, si identifica in una visione del mondo, cioè in un modo di essere: che nello Spirito e nella Fede riconosce il vertice dell’essere umano. Un modo di essere profondamente anti-borghese e anti-razionalista, che impone all’uomo di misurarsi continuamente con le proprie mancanze, mettendosi alla prova e mettendosi in gioco in qualsiasi momento. Una visione del mondo che fa dell’intransigenza, della coerenza e della fedeltà a determinati principi – l’onore, la giustizia, la verità – i capisaldi di un esistenza retta e degna – solo così – di essere definita tale.

All’intervento di RAIDO è seguito quello di Enzo Iurato (Edizioni Il Cinabro), che ha spiegato il perché la casa editrice si sia interessata alla pubblicazione di questo testo, ed il perché sia importante parlare di SMF oggi. Successivamente, Maurizio Rossi ha sottolineato l’eroismo di quella generazione, e come la stessa SMF vada annoverata come l’espressione più cristallina del cosiddetto “Fascismo Universale”, con un intervento dotato di grande intensità e chiarezza. Non è mancata anche un’occasione di confronto con la voce “dissonante”di Tomas Carini, che pure ha alimentato la volontà di un maggiore approfondimento del dibattito in platea.

A conclusione della presentazione – ma non della serata che è proseguita con una cena insieme ai molti che hanno preferito trascorrere un ulteriore momento comunitario – oltre a segnalare anche la presentazione di un nuovo dvd dedicato – guarda caso! – proprio alla SMF , RAIDO ha rinnovato l’invito per la sua prossima conferenza: fissata per l’11 dicembre con Mario Polia sulla Bhagavad-Gītā, visto l’avvicinarsi alla data del Solstizio d’Inverno.

FONTE: azionetradizionale.com

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.