Presentazione a La Terra di Thule – Recensione

Il 26 Marzo, il tour di presentazioni del libro “Mistica della Rivoluzione Fascista”, è ripartito alla volta di Bari, e più precisamente per raggiungere i locali della libreria “La Terra di Thule”. L’evento, cominciato alle ore 19 circa, ha visto una significativa affluenza di amici e camerati, militanti e non, provenienti anche dalle zone circostanti. Oltre alla Comunità militante Raido, in qualità di curatore dell’antologia di Niccolò Giani, sono intervenuti nel ruolo di intervistatori-moderatori anche due noti, e molto attivi, giornalisti quali Michele De Feudis e Leonardo Petrocello. Dopo l’introduzione su quella che fu la figura di Niccolò Giani, Michele è passato più in dettaglio ad analizzare il libro in sè: le sue caratteristiche, la sua strutturazione, ed il lavoro editoriale e di ricerca che ha permesso di realizzarlo. Passando poi la parola a Leonardo, che ha analizzato la “mistica fascista” andando oltre la solita interpretazione storica, sottolineando, invece, la rilevanza di quel “fattore interno” ad ogni uomo, che dal di dentro gli consente di vivere la “mistica” come un’esperienza in realtà attualissima: anche se apparentemente “vecchia” di oltre 70 anni, e vincolata a forme e fatti ormai storicamente conclusisi.

E’ stata poi la volta della vera e propria intervista ai ragazzi di Raido presenti in sala – in qualità di rappresentanti di un lavoro che, come è stato ribadito, è stato comunitario e non individuale – che hanno potuto così presentare il libro, rispondendo alle domande dei due giornalisti, ma soprattutto suggerendo al pubblico delle suggestioni, e delle chiavi interpretative sul tema, funzionali ad innescare un intenso dibattito finale: come poi alla fine si è puntualmente realizzato.
 In particolare, i militanti di Raido hanno sottolineato il motivo che ha spinto Raido a curare il libro; un motivo che va al di là della semplice ricerca storica,  e d’una qualunque velleità intellettualistica. Ma, si fonda, invece, sulla necessità inderogabile di testimoniare, oggi, l’attualità assoluta di una scelta di “fede” e di “coerenza” fatta da Giani e dagli altri protagonisti di quella formidabile stagione. Quella fede, quella coerenza, che spinse quegli uomini, poco più che ragazzi, a vivere permanentemente a servizio della Rivoluzione: intesa contemporaneamente nel suo aspetto interiore ed esteriore.
Dopo gli ulteriori approfondimenti, e relative domande, di Michele e Leonardo, è stata la volta del pubblico che ha posto non poche domande ai curatori del libro, per approfondire aspetti particolari ed oscuri della Scuola di Mistica, contribuendo così a completare le suggestioni e gli spunti così offerti durante la presentazione, anche in maniera critica.
A margine della conferenza – per tutti i “sopravvissuti” alle due ore di intensa discussione! – è stata quindi la volta d’un altrettanto cameratesco “terzo tempo”: per mangiare tutti assieme, e continuare così a discutere e confrontarsi, tra persone provenienti da diverse realtà e parti d’Italia, e che in molti casi per la prima volta si incontravano.
Le prossime tappe del tour, già confermate, son da subito visibili sul blog dedicato al libro: https://misticafascista.wordpress.com/
…Non ci sono scuse, dunque! Arrivederci perciò alla prossima presentazione di “Mistica della Rivoluzione Fascista” !

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.